Considerazioni storiche sul castello di Muro
Con annotazioni sull’origine e lo sviluppo del feudo
25,00 €
15,00 €
     
SINTESI
Il castello di Muro, così come lo vediamo adesso, può essere considerato una modificazione settecentesca del complesso di torri, cortine e edifici ideato e realizzato tra il XV e XVI secolo dai Ferrillo-Orsini. Ma l’impianto originario del castello non è quello sopra descritto: i longobardi, nel IX secolo, iniziarono verosimilmente una fortificazione elementare a rafforzare i confini settentrionali del Principato di Salerno; i Normanni poi, nel XII secolo, fondarono il primo nucleo castellare in muratura, di cui vi è ancora traccia; la dominazione angioina, succeduta a quella sveva, vide proprio nel castello di Muro il tragico epilogo della Regina Giovanna I d’Angiò. Questo libro intende tracciare la storia sconosciuta di questo castello evidenziandone, attraverso la citazione delle fonti, l’evoluzione della forma, i cambiamenti di proprietà, ruoli di castellani e Signori, eventi attribuibili a personaggi di spicco dell’epoca ( Papa Benedetto XIII ad esempio), i rapporti con i Sovrani di riferimento. Collateralmente alle vicissitudini del castello si tenta di ricostruire parte della vita del feudo di Muro: a questo riguardo spiccano un disegno ipotetico delle mura cittadine, le principali porte di accesso ed una ricostruzione in volume rendering di piazza San Marco. Le presentazioni di illustri studiosi quali i professori Cutinelli-Réndina, Sisinni e Viscogliosi aiutano ad un corretto inquadramento dell’opera. I disegni del prof Parisi e gli arrangiamenti di editing dell’architetto Barbara Briganti migliorano di certo la leggibilità del testo.
pagine: 140
formato: 22 x 29
ISBN: 978-88-548-7137-3
data pubblicazione: Giugno 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto