Islam e Occidente
La Primavera araba, la crisi dell’Europa, il dialogo possibile
10,00 €
6,00 €
Valerio Acri
Prefazione di Mauro Mantovani, SDB
Presentazione di Lucia Goracci
     
SINTESI
Sono passati tredici anni dagli attentati all’America che sconvolsero il mondo, tre dall’uccisione di Bin Laden e nell’agenda politica della vita pubblica il rapporto tra Islam e Occidente non occupa più i primi posti. Rimane però una questione fondamentale della (post-)modernità che viviamo e diventa ancora più stimolante indagarlo alla luce dei nuovi scenari storico-politici, le loro rivoluzioni e post-rivoluzioni, la nostra crisi economica e il ridimensionamento geo-politico. La Primavera araba è stata un richiamo assoluto al diritto, alla libertà, alla giustizia, all’uguaglianza e per questo merita un’esenzione speciale rispetto alle ombre di ciò che ne è seguito e ne sta seguendo. L’Europa in crisi si è dimostrata incapace di solidarizzare con le verità forti della Primavera araba perché ripiegata sul salvataggio dell’euro, una moneta unica posta a fondamento di una Unione che di fatto non esiste. Un’opera che si interroga sui delicati rapporti tra religione e politica e su come Islam e Occidente possano sottrarsi all’idea dello scontro di civiltà se capaci di operare il riconoscimento dei valori profondi e comuni che li uniscono.
pagine: 144
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7126-7
data pubblicazione: Aprile 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto