Il comandante straniero: epistolario dal fronte interiore
17,00 €
     
SINTESI
Giovanni-Babila respira, e vive, solo attraverso le lettere che scrive. Al medico, alla sorella, e principalmente alla nipote Orsola. Soprattutto, respira e vive attraverso le lettere che disperatamente attende: le sue risposte.
Una saga familiare nella provincia di fine anni Cinquanta, ma non solo. Perché tutto ciò che lo zio Babila scrive – o cancella – è pervaso da un candore perturbante, da una gioiosità quasi infantile che emerge a sprazzi, dal continuo turbamento per un passato non sempre distinguibile.
Particolari ridondanti, sintomi ossessivi, descrizioni sempre in bilico tra austero e visionario restituiscono un orrore mai detto eppur sempre supponibile. Un’energia vitale che non riesce a giungere a compimento e si esprime in un intreccio di poesia e mostruosità senza divenire mai azione, nonostante il desiderio. Un eros pieno e intatto, florido ma al tempo stesso completamente rifiutato.
Affiorano così, e si lasciano esplorare, le battaglie interiori di due vite in simbiosi. E viene alla luce, con gravità, il comandante straniero che le dirige.
pagine: 276
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7113-7
data pubblicazione: Aprile 2014
editore: Aracne
collana: Ragno riflesso | 5
SINTESI
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto