Teoria dell’unificazione degli spazi propri configurati, correlati ed interrelati
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Questo volume è una raccolta di tre lavori. Il primo risale al febbraio 1987; segnalato dalle “Le Scienze” nel numero n° 224 del mese di aprile, è una sorta di “scaletta” su come sviluppare la teoria formulata nelle pagine seguenti. Il secondo lavoro è rivolto al ridimensionamento del concetto di “tempo”. L’evidenziare il limite einsteiniano sull’enunciazione del principio di “non contemporaneità” è stato l’obiettivo di quest’opera. Il terzo lavoro è concentrato sulla definizione della nuova teoria che focalizza alcuni contenuti sulla natura dello spazio e delle eventuali implicazioni. Il tutto concentra quindi l’attenzione sulla indeterminatezza spaziotemporale delle relazioni tetradimensionali risolte dal premio Nobel Lorentz, le cui soluzioni definiscono le regole di trasformazione dei sistemi spaziali in moto relativo. Lorentz, nel fornire quelle regolesoluzioni, si pone in termini enigmatici in quanto, una volta espresse quelle soluzioni, uscì di scena ed apparentemente si disinteressò degli ulteriori sviluppi. Einstein fece proprie quelle soluzioni e affrontò la loro logica insieme a quella del “tempo contratto” in una dimensione “metafisica”. La equazione tetradimensionale, apparsa negli anni 1850–60, e ad opera successivamente delle ”soluzioni di Lorentz”, propone riflessioni sulla dimensione dialettico–evolutiva della storia ed, insieme, sulla dimensione dialettico–evolutiva della categoria di casualità e necessità nella scienza.
pagine: 236
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-7077-2
data pubblicazione: Aprile 2014
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto