I provvedimenti di affidamento di minori e altri incapaci
Misure di tutela penale
7,00 €
4,2 €
     
SINTESI
Durante la separazione dei coniugi si fa incisivo ricorso all’autorità giudiziaria, chiamata a risolvere annose problematiche non solo a carattere patrimoniale, ma che riguardano soprattutto i rapporti tra genitori e figli. Proprio in tale contesto si collocano condotte elusive - le quali, in molti casi, assumono anche rilevanza penale - dei provvedimenti del giudice da parte dei coniugi che, spesso, usano quali armi nella lotta separativa proprio i figli.
Il taglio della trattazione è eminentemente pratico. Seppur non si è rinunciato a riportare gli assunti della dottrina - da cui non si può assolutamente prescindere per una esatta comprensione della materia - in merito alle varie problematiche affrontate, grande spazio si è concesso alla giurisprudenza e all’analisi dei casi concreti. Infatti, all’interprete possono presentarsi una serie di situazioni in cui l’inosservanza del provvedimento del giudice da parte del soggetto agente sia riconducibile a una causa di giustificazione oppure non sia connotato da colpevolezza per carenza dell’elemento psicologico del reato. Ne deriva che, in presenza di situazioni particolari, è in concreto che deve essere valutata, non solo l’offensività della condotta posta in essere, ma anche se sia attribuibile un rimprovero all’autore della violazione secondo i principi che regolano la responsabilità penale nel nostro ordinamento.
pagine: 60
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-7035-2
data pubblicazione: Marzo 2014
editore: Aracne
collana: Diritto | Genitori e figli | 8
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto