Il diritto al vegetarismo
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Nel dibattito sul vegetarismo sono spesso esaminati gli aspetti etici, ma raramente quelli giuridici, fondamentali nella vita quotidiana di coloro che hanno scelto una forma di alimentazione veg, costretti a scontrarsi con realtà istituzionali e commerciali non sempre recettive.
Dopo Il dovere del vegetarismo, l’autore torna sull’argomento, stavolta dal punto di vista del diritto e dei diritti, offrendo una rassegna delle principali correnti del pensiero filosofico e giusfilosofico che hanno condotto all’affermazione dei diritti (umani e non) nelle società umane, nonché su diritto e morale nelle comunità di animali non umani.
L’autore si pone dal punto di vista del consumatore etico, esaminando i casi più controversi di esercizio della scelta alimentare: dall’educazione dei figli alla disponibilità di menu alternativi.
In appendice i riferimenti normativi per ottenere menu alternativi e l’esempio di richiesta formale: attraverso questi strumenti il lettore sarà in grado di esercitare concretamente i propri diritti e autotutelarsi.
pagine: 280
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-7019-2
data pubblicazione: Marzo 2014
editore: Aracne
collana: Diritto | Prospettive | 3
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto