Il costo dell’Unità
L’Italia dalla rivoluzione federalista del 1848 alla piemontizzazione incondizionata del 1860-61
29,00 €
     
SINTESI
È un affresco della storia d’Italia negli anni 1845–1861 di formazione della nazione, esaminata in una prospettiva multidisciplinare: pensiero politico, con particolare riguardo al federalismo, economia, diritto costituzionale, arte. Un’attenta ricerca nell’Archivio Segreto Vaticano consente all’autore di stabilire la verità su Pio IX e la Lega Doganale, premessa al progetto di lega politica che naufragò nel corso della prima guerra d’indipendenza. Si recuperano i diversi progetti federativi e il disegno di legge Cavour–Minghetti per una soluzione regionalistica al problema delle autonomie, respinto dal Parlamento italiano e tuttora attuale per la modernità delle soluzioni. Sintesi di una lunga indagine sull’economia italiana e gli scambi internazionali. L’autore sottolinea l’importanza delle dinamiche economiche nel processo storico di unificazione: la nuova tariffa doganale e l’Inghilterra, il discusso consolidamento del debito pubblico, la crisi dell’industria meridionale: appunto il costo dell’unità.
pagine: 584
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-6658-4
data pubblicazione: Novembre 2013
editore: Aracne
collana: Storia contemporanea | 20
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto