Max Salvadori
Appunti per una biografia politica
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Occorreva un’azione precisa per punire — come finalmente fu fatto con un ritardo di molti anni, il 28 aprile 1945 — il mandante dell’assassino di Carlo e Nello Rosselli […]. Aveva un’idea chiara di quello che voleva fare: unire in un’unica azione l’impresa di De Bosis e quella di Schirru, in maniera da punire chi non era altro che un assassino in quanto mandante dell’assassinio dei due fratelli». Con queste parole Max Salvadori suggerisce nelle sue memorie di aver progettato già nel 1937 un attentato alla vita di Benito Mussolini. Qual è la verità nascosta dietro queste parole? Quando avvenne il reclutamento di Max Salvadori nei servizi segreti inglesi? Come si spiegano gli abboccamenti con emissari dell’Ovra nel ’39? Quale fu il ruolo svolto da Max Salvadori nella riunione del 28 aprile 1945? Questi gli interrogativi che hanno portato l’autore ad approfondire e studiare l’attività politica di Max Salvadori e la natura del suo impegno antifascista.
pagine: 292
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6653-9
data pubblicazione: Gennaio 2014
editore: Aracne
collana: Storia contemporanea | 3
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto