Il reato di clandestinità
Art. 10-bis T.U. Imm.
7,00 €
4,2 €
     
SINTESI
Il c.d. reato di clandestinità, sopravvissuto allo scrutinio di compatibilità coi principi costituzionali e con la direttiva sui rimpatri, è giunto al suo quarto anno di vita, ma non si può dire che goda di ottima salute.
Cammin facendo ha perso, infatti, il suo effetto tranchant a causa: vuoi dell’apertura della Consulta alla scriminante della speciale tenuità (sent. 150/2010); vuoi per l’inapplicabilità dell’espulsione sostitutiva nella maggior parte (o totalità?) dei casi (C.G. ord. Mbaye 21.3.13); vuoi soprattutto per l’avverarsi delle condizioni già denunciate dalla migliore dottrina che, facile Cassandra, aveva previsto fin dalla sua nascita l’inutile effetto moltiplicatore dei processi innanzi al giudice di pace, senza una effettiva ricaduta in termini di incremento dei rimpatri.
L’opera cerca di fare il punto sulle questioni processuali e sostanziali più importanti e di offrire le soluzioni più meditate.
pagine: 73
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6576-1
data pubblicazione: Ottobre 2013
editore: Aracne
collana: Orientamenti di Strasburgo | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto