Estetica e diversità culturale
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
Nell’età della globalizzazione e dei contatti sempre più ravvicinati fra le culture, come cambiano le nozioni tradizionali di arte e di esperienza estetica? Siamo di fronte a un ampliamento o a una standardizzazione del gusto? Che cosa può nascere dall’interazione fra le arti occidentali e le arti degli altri? Il volume esamina tali questioni confrontandosi con il paradigma del métissage, un approccio al tema della diversità culturale che si caratterizza per la vocazione transdisciplinare e per il ruolo decisivo accordato a categorie e processi estetico–artistici. Da questo confronto, e dalla connessa discussione delle strategie con cui rappresentare l’alterità, emerge l’esigenza di ripensare l’estetica stessa, rivedendo la sua “cassetta degli attrezzi”; ma emerge anche la possibilità di rifarsi ad alcuni indirizzi dell’estetica contemporanea, rintracciandovi gli strumenti sia teorici che metodologici per impostare criticamente la problematica qui trattata nella sua multidimensionalità.
pagine: 252
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-6535-8
data pubblicazione: Ottobre 2013
editore: Aracne
collana: Riflessi | 17
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto