Dal “saggio” alla “meditazione”
La scrittura filosofica in Montaigne e Cartesio
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
«L’autrice, che qui offre una prima risultanza dei suoi pluriennali studi su Montaigne e Cartesio, fa innanzitutto il punto (alla luce di un’ampia letteratura critica) sull’uso e significato delle parole ‘essay’ e ‘méditation’ nel francese tra Cinque e Seicento e quindi sul valore da dare al titolo e al genere dei Saggi di Montaigne e delle Meditazioni di Cartesio; esamina poi la questione dei modelli e delle possibili fonti a cui tali opere possono o non possono essere ricondotte; soprattutto ne presenta l’originale impronta filosofica. Questi studi sui Saggi di Montaigne e sulle Meditazioni di Cartesio sono – per così dire – essi stessi, a propria volta, “saggi” e “meditazioni”, che introducono davvero il lettore nello stile di scrittura e di pensiero delle opere studiate. Alla fine, emergeranno le due forme (alternative o complementari?) in cui si declina – in età moderna e ancor oggi – la “verità”: ovvero l’autenticità (per cui “bisogna togliere la maschera sia alle cose che alle persone”) e l’evidenza».
(Dalla Prefazione di A. Di Maio).
pagine: 192
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6413-9
data pubblicazione: Ottobre 2013
editore: Aracne
collana: Lemmata Christianorum | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto