Diritto internazionale e diritti dell’uomo nell’ordinamento albanese
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
Nell’ultimo ventennio la dottrina internazionalistica delle nuove generazioni nei Paesi balcanici è stata posta di fronte allo studio ed alla esposizione dei principali aspetti dell’ordinamento internazionale. Prima fra tutte si è imposta la questione del ‘primato’ del diritto internazionale inteso in senso monistico come uno, unico e universale, intorno al suo nucleo centrale di valori, quali pace, giustizia e rispetto dei diritti dell’uomo. Nei quattro capitoli di tale opera si affrontano le tematiche dei tre interconnessi livelli ordinamentali della società internazionale moderna, sita tra i due poli dell’unità e diversità nell’applicazione delle sue regole fondamentali. In particolare, si esaminano tutte le ricadute nell’ordinamento giuridico albanese, come derivanti sia dall’universalismo dei patti internazionali di origine Nazioni Unite, sia conseguentemente gli effetti risultanti dall’impatto della disciplina europea e comunitaria-europea dei diritti umani, messi a confronto con la realtà giuridico-costituzionale albanese, nel tentativo di collocare la peculiare esperienza di tale Paese, beninteso alla luce delle sue radici e tradizioni storiche, quale baricentro dei rapporti fra tradizione romana di occidente e concorrente tradizione romana di oriente.
pagine: 238
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6314-9
data pubblicazione: Settembre 2013
editore: Aracne
collana: Diritto di stampa | 53
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto