Anomalie dell’ordine
L’altro, lo straordinario, l’eccezionale nella modernità
27,00 €
16,2 €
     
SINTESI
Lo straordinario e l’eccezionale possono essere categorie per approfondire aspetti che caratterizzano l’epoca moderna, implicando una diversa visione dell’ordine naturale e delle figure della difformità. Si dissolve, dunque, il “canone dei prodigi” ereditato da un certo medioevo e dal primo Rinascimento? E quanta parte, nella fondazione della scienza moderna (o della moderna filosofia della storia), oltre che della riflessione politica moderna, ha la coppia “eccezionale”-“ordinario”, specie se ricondotta al campo della discussione teologica, pienamente cruciale ancora nel XVII secolo, attorno a “potestas absoluta” e “potestas ordinata” in Dio (o nel sovrano umano)? E ancora, come riprendere ulteriori percorsi d’indagine che negli ultimi decenni hanno attirato non pochi interessi e prodotto dibattiti: attorno a legge e caso o, ovviamente, norma e devianza, alle connessioni tra eretici o ribelli e deformità o follia, alle possibili relazioni tra naturalizzazione dei mostri e storicizzazione delle dissidenze? I saggi qui riuniti forniscono apporti di chiarificante riflessione teorico-metodica sulle categorie indicate, un’accurata ricognizione storiografica e nuove direttrici di pensiero e di ricerca.
pagine: 456
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6313-2
data pubblicazione: Dicembre 2013
editore: Aracne
collana: Filosofia e saperi | 3
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto