L’Unità d’Italia negli scrittori siciliani dall’Ottocento a oggi
Interpretazioni e narrazioni
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
La delusione e il disincanto opposti alle nuove spinte della storia, all’indomani dell’Unità d’Italia, costituiscono i sentimenti di cui è intrisa la letteratura siciliana, a tal punto che si può parlare di «sicilianità letteraria» (Sciascia 1994). Novelle, romanzi, racconti sono i generi letterari scelti per affrontare le problematiche politico–sociali relative alla situazione italiana post–risorgimentale colta dal punto di osservazione della Sicilia, dalla cui narrazione emerge, senza dubbio, una valutazione non positiva da parte dei suoi scrittori che l’hanno considerata un sogno tradito. Gli esiti del processo del Risorgimento, il diffuso malcontento generato dai risultati che questo produsse finì per costituire il canone della letteratura siciliana di cui il realismo e la pungente ironia divennero la cifra stilistica.
pagine: 208
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-6261-6
data pubblicazione: Agosto 2013
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto