Verdi e Wagner
Analisi armoniche e strutturali a confronto
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Il confronto in sé tende a generare contrapposizioni e a convertirsi sul piano dialettico nell’enunciazione di considerazioni antitetiche che tendono a investire una conseguente molteplicità di aspetti, relativamente all’iniziale modello del tema prescelto. Se la tematica stessa in oggetto è di natura musicale, le antinomie che ne discendono rischiano di fuorviare un’analisi tesa unicamente a rilevare l’essenzialità di forme e strutture, aliena da giudizi e pregiudizi, pur se la sua condotta, nel perseguire i principi della logica espositiva, sovente evidenzia e stigmatizza difformità, discordanze, peculiarità, contrasti, analogie e quant’altro possa emergere nel corso della disamina. L’intento di porre a confronto la naturale antinomia “melodrammatica” dell’Ottocento, Verdi–Wagner, trova la motivazione occasionale nel lasso temporale (due secoli), che nel corrente 2013 rammenta il medesimo anno di nascita dei due “giganti” (il 1813). Certamente il melodramma pone delle questioni più ampie sul piano estetico, poiché compendia anche altre forme di espressione artistica (la drammaticità o la comicità del testo, la componente poetica e i contenuti dei relativi libretti, l’ambientazione storica e la rappresentazione scenografica). Conseguentemente, il linguaggio musicale sovente ne risulta condizionato e lo stesso substrato armonico soggiace agli intenti espressivi, esplicando funzioni di raccordo o di accorta descrizione di eventi, personaggi, situazioni e quant’altro possa essere connesso e ricondotto alle trame rappresentate.
pagine: 224
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6184-8
data pubblicazione: Luglio 2013
editore: Aracne
collana: Immota harmonìa | 8
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto