Ultimo tango a Parigi quarant’anni dopo
Osceno e comune sentimento del pudore, tra arte cinematografica, diritto e processo penale
13,00 €
7,8 €
     
SINTESI
Ultimo tango a Parigi è stato protagonista di una vicenda giudiziaria intricata e discussa, che ha reso pienamente meritata al film di Bernardo Bertolucci la fama di leading case nei rapporti tra arte cinematografica e diritto, tanto per ciò che attiene alla scure della censura amministrativa, abbattutasi su molti “film simbolo” di quegli anni, quanto in riferimento alla possibile rilevanza penale di opere cinematografiche ritenute oscene. Il 13 marzo 2012, a quarant’anni dalla prima proiezione della pellicola, un Convegno organizzato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi “Roma Tre” ripercorre le tappe del tormentato iter giudiziario di Ultimo tango a Parigi. Il volume raccoglie gli interventi dei relatori al Convegno, cui si aggiungono alcuni materiali rimasti in parte inediti fino a questo momento: la perizia artistica sul film, la memoria difensiva dell’Avv. di Majo e tutte le sentenze, di merito e di legittimità, che hanno scritto il “caso Ultimo tango”.
pagine: 208
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6166-4
data pubblicazione: Luglio 2013
editore: Aracne
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto