La morale tra storia e libertà
La riscoperta delle virtù in Alasdair MacIntyre
12,00 €
7,2 €
Alessandro Ceravolo
Prefazione di Giovanni Dessì
Presentazione di Andrea Paris
     
SINTESI
Il presente testo intende porre l’attenzione sull’originale prospettiva filosofica di Alasdair MacIntyre a oltre trenta anni dalla sua pubblicazione fondamentale. Il merito di Dopo la Virtù fu proprio quello di sconvolgere la riflessione morale proponendo non solo una metodologia innovativa, radicata nella storia ma adeguata all’analisi della contemporaneità sociale, ma anche una delle prime riflessioni avverse ad un’idea di liberalismo quale unica prospettiva possibile. L’odierna crisi morale dei sistemi democratici costringe a rivalutare le parole del filosofo scozzese, approfondendo la sua lucida analisi e l’innovativo richiamo alla comunità come alternativa ad una vuota libertà senza limiti. Per meglio comprendere la proposta macintyriana, Ceravolo sceglie di affrontare l’autore in questione sotto cinque differenti punti di vista – fermenti comunitari, eredità biografica, analisi del testo chiave, interpretazioni italiane, critiche di Frankena e Rorty – sintetico tentativo di raggiungere un adeguato grado di completezza nello studio di un pensiero che non si lascia inserire in definizioni precostituite.
pagine: 156
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6099-5
data pubblicazione: Settembre 2013
editore: Aracne
collana: Diritto di stampa | 56
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto