Neoliberismo e stato sociale
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Lavorare più a lungo, con minori garanzie e salari più bassi: riforma dopo riforma ci siamo ormai abituati a considerare gli attacchi alle protezioni sociali come qualcosa di doloroso e necessario. È un’abitudine pericolosa. Dopo aver tracciato la storia degli stati sociali e aver mostrato l’impatto delle dottrine neoliberiste su di essi, il testo segue le traiettorie delle trasformazioni ancora in atto: dall’attacco al lavoro alla privatizzazione delle assicurazioni pubbliche, dai tagli alla sanità alla criminalizzazione dei marginali. Grazie agli strumenti d’analisi di Michel Foucault e Karl Marx, le strategie politiche ed economiche che hanno condotto all’impoverimento delle popolazioni occidentali sono rischiarate, così come è messo in luce il ruolo dei saperi sociali nel legittimare lo sgretolamento dei diritti sociali.
pagine: 320
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-6096-4
data pubblicazione: Giugno 2013
editore: Aracne
collana: Laboratorio di politica | 4
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto