Il danno esistenziale nella giurisprudenza post 2008
Guida pratica dopo le “sentenze di San Martino”
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
La realtà sul danno esistenziale, a cinque anni dalle sentenze di S. Martino, appare la seguente:
– nella sola Cassazione le pronunce “esistenzialiste” post 2008 non sono meno di una cinquantina;
– non è vero che “sentire” e “fare” sono, per gli esseri umani, la stessa cosa;
– nella giurisprudenza di merito, in quella amministrativa, in quella penale, le decisioni favorevoli al danno esistenziale post S. Martino non si contano;
– sono proprio le S.U. ad aver precisato, nel 2008, che i pregiudizi esistenziali sono a certe condizioni risarcibili;
– il legislatore speciale può muoversi come gli pare, ma squilibri eccessivi di tutela fra situazioni soggettive di pari importanza sono nella coscienza sociale intollerabili.
pagine: 236
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-6076-6
data pubblicazione: Giugno 2013
editore: Aracne
collana: Diritto | Novità | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto