La morte altrove
Il migrante al termine del viaggio
17,00 €
10,2 €
     
SINTESI
Migrante e Morte sono due termini che identificano due realtà molto studiate e conosciute dall’analisi scientifica, eppure per la relazione che intercorre tra di esse siamo di fronte ad un vuoto teorico e istituzionale. È urgente quindi porre attenzione alle dinamiche che scaturiscono dal loro intrecciarsi, ai nuovi sguardi di cui si arricchiscono i due termini se confrontati tra di loro. Ma l’urgenza ha anche un altro motivo d’essere, il più importante: se la morte, in tutta la pluralità delle forme che può assumere, per chiunque, è destabilizzante e apportatrice di sofferenza, per il migrante, lontano da casa e quindi privo degli strumenti sociali che leniscono il dolore e che lo supporterebbero nell’instabilità, essa è un dolore “amplificato”. L’Altrove del titolo è dunque la morte vissuta e pensata lontano dalle proprie origini, ma anche l’Altrove della morte occidentale, ormai obliata, scordata e rimossa. Affrontare queste due tematiche nella loro interrelazione è dunque una questione, prima ancora che teorica o istituzionale, prettamente “umana”.
pagine: 356
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-6067-4
data pubblicazione: Giugno 2013
editore: Aracne
collana: Pluralities | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto