Paesaggi del sacro in Albert Camus
Oltre l’immanenza tragica e la trascendenza muta
16,00 €
     
SINTESI
Il Sacro come luogo intermedio dell’umano, intervallo fra la tentazione di una felicità terrena e sensuale, fatta di luce e di carne, e l’aspirazione a un contatto mistico con il Cielo, è la chiave di lettura che unifica i momenti fondamentali del percorso esistenziale di Albert Camus. L’Assurdo, la Rivolta e l’Amore sono le tappe di un’ascesi che parte dal territorio disincantato dell’Assurdo, s’incammina sulla via della rivolta per la liberazione dell’uomo, per diventare ricerca solitaria di un contatto con l’Assoluto senza nome e senza volto. L’intera vicenda intellettuale di Camus viene interpretata come la parabola del Desiderio che spinge un umanista convinto sulla via dell’incontro con una Trascendenza che non può rivelarsi. L’originalità e l’attualità di Camus consisterebbe proprio nell’ostinazione con cui ha cercato di tenere insieme la trama dell’umano nelle sue direzioni fondamentali: quella verso la Storia e la realizzazione di una società giusta e libera, e l’altra, altrettanto decisiva, verso un limite enigmatico e misterioso, che può essere soltanto avvicinato, mai oltrepassato.
pagine: 272
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5919-7
data pubblicazione: Aprile 2013
editore: Aracne
collana: trópos profili | 6
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto