Il segreto del pendolo di Bentov
Co-Scienza, estetica dell'invisibile e ordini nascosti
22,00 €
     
SINTESI
In questo inizio del terzo millennio sta diventando sempre più incolmabile il divario tra arte, scienza e più in generale tra dimensione materiale ed immateriale dell’esistenza. La metafora del “segreto” del pendolo di Bentov, è una sfida all’ordinario “buon senso” un invito ad inoltrarsi nelle acque profonde di una nuova visione dell’esistenza vista in una prospettiva olografica che porta a riconsiderare il significato di parole come estetica, realtà, materia, tempo, spazio, vita, coscienza, anima. Questo saggio non è un “instant book” usa e getta, è un percorso mentale innovativo proposto al lettore da un artista-ricercatore “non locale”, con una tensione profonda derivante dalla ignoranza consapevole e dal desiderio insopprimibile di viaggiare tra le suggestioni evocate dalla conoscenza scientifica e le misteriose dinamiche dell’Ordine invisibile della vita. Le segrete geometrie di questo profondo invisibile sono molto più simili alla evanescente concretezza del pensiero e dei sentimenti mistici che alle distanze misurabili della geometria Euclidea. Proprio alcune riflessioni sulle teorie più avanzate della fisica della materia sottile e dell’estetica dei sistemi complessi, nell’auspicio dell’autore, potranno fornire strumenti e possibilità cognitive nuove per facilitare il difficile “trialogo” tra scienza, arte e dimensione spirituale dell’esistenza.
pagine: 372
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5850-3
data pubblicazione: Marzo 2013
editore: Aracne
collana: Fuoricollana
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto