Le inquietudini del progettare urbanistica
La precarietà di una proposta di piano – Capaccio Paestum
76,00 €
     
SINTESI
L'inquietudine e la precarietà di cui al titolo del volume indicano con efficacia le turbolenze che connotano le impegnative decisioni e scelte interpreti dell'urbanistica quale istituzione amministrativa, necessariamente correlate all'impegno nel delineare futuro che permea l'operare tecnico. Nel volume si narrano le linee guida di percorsi progettuali assunti correlando l’innovazione possibile nella forma del piano all’ideazione, nella territorialità storicizzata concretamente perseguita con regole urbanistiche. Lelinee guida hanno dato luogo ad atti amministrativi coerenti con la stagione del tempo dell'amministrare, revocati da nuova amministrazione. Le turbolenze indicano il modificarsi nel tempo del giudizio concernente il bene comune. Il caso in esame ben restituisce queste turbolenze. Restituendo il dono che ci dà la dialettica legittimata nella democrazia repubblicana, le turbolenze che connotano l'esperienza sollecitano altresì pratiche che promuovano certezze e stabilità dei percorsi volti a costruire futuro. La semplificazione delle decisioni urbanistiche, volta a separare la forma della struttura dalla operatività perseguita attraverso la specificazione degli atti incidenti nella struttura della forma urbana, si è proposta quale possibile argine all'emergere di turbolenze. Questo procedimento dà benefici parziali, conseguenti dalla discontinuità che si immette tra forma di struttura e struttura di forma.
pagine: 636
formato: 23,6 x 21
ISBN: 978-88-548-5803-9
data pubblicazione: Marzo 2013
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto