Gestire l’indigenza
I poveri nel pensiero politico inglese da Locke a Malthus
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Il volume studia l’evoluzione delle idee di assistenza e controllo sociale nel pensiero politico inglese del “lungo Settecento”, seguendo la stretta connessione, tipica del tempo, fra assistenza agli indigenti e repressione violenta della devianza, all’origine della quale la legislazione e la cultura politica collocano il fenomeno della mobilità incontrollata, intesa tanto in senso territoriale quanto in senso sociale. Il libro presenta una panoramica che prende in esame figure di primo piano, quali Locke, Defoe, Mandeville, Fielding, Smith, Townsend, Burke, Spence, Paine, Godwin, Bentham e Malthus. Particolare attenzione è riservata alla ricerca di una sana interazione fra pensiero politico e produzione legislativa negli autori studiati. Tra questi emergono Locke, Bentham e Malthus, le cui proposte di intervento sociale sono viste in connessione con il senso generale della loro riflessione teorica sulla società e lo Stato.
pagine: 284
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5738-4
data pubblicazione: Gennaio 2013
editore: Aracne
collana: Laboratorio di politica | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto