A sinistra del partito democratico
La sinistra alle elezioni regionali dopo la debacle del 2008
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Una riflessione sulle sorti della sinistra ha rilievo politico e scientifico. Sotto il profilo scientifico essa consente di valutare il consolidamento del sistema partitico uscito dalle elezioni politiche del 2008. Inoltre, la volatilità dei consensi alla sinistra potrebbe confermare l’indebolimento dei vincoli di lealtà tra forze politiche tradizionali ed elettori. La debolezza politica ed elettorale della sinistra deriva dalla «divisione del lavoro» tra chi organizza la lotta e chi si fa carico del governo, dalle scorciatoie del personalismo e del tradizionalismo, dall’attenzione parossistica alla contingenza politica. La sinistra deve proporsi di riannodare un legame stabile e di lungo periodo con i cittadini deprivati che attendono risposte dalla politica.

Domenico Fruncillo, ricercatore, insegna Scienza Politica e Governo locale e sistema politico italiano presso l’Università degli Studi di Salerno. Si occupa soprattutto di elezioni, partiti, partecipazione e cultura politica. Su tali temi ha pubblicato diversi saggi e, per Ediesse, Urna del silenzio. L’astensionismo elettorale in Italia (2004), Politica senza reti. L’Italia al voto nel 2006 e nel 2008 (2010).
pagine: 152
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5644-8
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Laboratorio di politica | 3
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto