Cinquecento inquieto
Autori e generi nel sogno della letteratura
16,00 €
9,6 €
     
SINTESI
Il volume intende cogliere nel Cinquecento, teso all’esaustività della catalogazione nei trattati dialogici, la tenace presenza di una linea discordante e dissonante, irrazionale e conflittuale, tendente alla contaminazione, al rovesciamento parodico, all’utopia e al sogno: la voce di un Cinquecento inquieto, lacerato dal conflitto fra opposte e complementari pulsioni. Nella dialettica fra sincretismo e conflitto di culture e linguaggi, fra sacro e profano, biblico e pagano, latino e volgare, non è un caso che, nella finzione della pagina letteraria, l’universo della corte si ribalti nell’inferno di comari e puttane dell’Aretino; che muse e angeli affollino oltretomba e Olimpo cristiano nella rilettura della natività offerta da Sannazaro; che, nel vagheggiamento utopico, si possa leggere una metafora dell’utopia stessa della letteratura.
pagine: 268
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5623-3
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Oggetti e soggetti | 7
SINTESI
INDICE
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto