Il fantasma bulimico
Oscar Wilde e la constitutio vittoriana
17,00 €
10,2 €
     
SINTESI
Questo volume si inserisce nel solco dei recenti studi che, soprattutto nel panorama britannico, hanno rivisitato l’opera di Oscar Wilde alla luce di nuovi paradigmi interpretativi. Partendo dal sistema del «doppio Gabinetto» descritto da Burke, ove convivono due livelli di governo, uno «meramente apparente» e l’altro «di reale ed effettiva segretezza e fiducia» del sovrano, il presente lavoro prende le mosse per tentare, attraverso i canoni wildiani, una rilettura della constitutio vittoriana, intesa come «quell’insieme di leggi, istituzioni, consuetudini», derivate da asseriti «immutabili princìpi di ragione» (Bolingbroke); tutto ciò seguendo la direttrice lungo cui l’autore irlandese sviluppò il proprio pensiero critico: lo smascheramento del fantasmatico e bulimico ordine vittoriano, lo svelamento degli istitutori che si nascondono dietro alle istituzioni, la decostruzione di quell’apparato di tabulae pictae che costituiscono il teatro d’insieme entro cui si muove l’Inghilterra fin–de–siècle.
pagine: 272
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5612-7
data pubblicazione: Dicembre 2012
editore: Aracne
collana: Cronogrammi | 9
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto