Elizabeth Inchbald: scandalo e convenzione
Romanzo e teatro nell’Inghilterra della Reggenza
10,00 €
6,00 €
     
SINTESI
Elizabeth Inchbald fu una delle più significative personalità della cultura inglese fra Sette e Ottocento e riscosse grande successo come romanziera e come drammaturga. Amica di Kemble, Holcroft e Godwin, ella si schierò su posizioni politiche “giacobine”, ma in lei il radicalismo e la tentazione dello scandalo sono temperati da un moralismo che la rende una figura insieme puritana e trasgressiva, inibita e spregiudicata. Tali ambivalenze, ben lungi dallo sminuire il valore della sua opera, ne fanno una delle più significative espressioni delle contraddizioni della cultura del suo tempo e le conferiscono una complessità che indurrà Jane Austen a riconoscere in essa un precedente col quale confrontarsi. La lettura della produzione letteraria della Inchbald proposta in questo libro ne rivaluta il carattere radicale, soprattutto nella rappresentazione delle figure femminili, e consente di vedere in una nuova luce la stessa relazione intertestuale che la lega a Jane Austen.Carlotta Farese insegna Letteratura inglese nel Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Bologna. È autrice della monografia Creature dell’Illusione. Figure di lettrici nella letteratura europea dell’Ottocento, e di numerosi saggi sul teatro romantico inglese, sulla ricezione di autori tedeschi in Inghilterra, Jane Austen e la letteratura femminile romantica e vittoriana.
pagine: 124
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5574-8
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Riverrun | 11
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto