Diritti e procreazione medicalmente assistita
Un esame della normativa italiana
13,00 €
9,1 €
     
SINTESI
L'obiettivo di questo lavoro è quello di ricostruire da una prospettiva sociologico-giuridica il processo di evoluzione della normativa italiana sulla procreazione medicalmente assistita, prestando particolare attenzione alla centralità e al ruolo che in esso ha avuto il riferimento ai diritti che, di volta in volta, i soggetti coinvolti (medici, giudici, parlamentari ecc.) hanno ritenuto essere "fondamentali". L'idea di partenza è che, in quella che è stata chiamata "età dei diritti", il linguaggio dei diritti fondamentali sia il linguaggio con il quale si compete per definire il contenuto delle norme del diritto. Ciò comporta, inevitabilmente, il noto processo di moltiplicazione dei diritti, che riguarda sia l'insieme dei soggetti investiti di diritti sia l'insieme dei diritti di cui essi sono investiti. Nicola Riva è assegnista di ricerca in filosofia del diritto presso l'Università degli Studi di Milano. Ha condotto ricerche negli ambiti della filosofia della giustizia, della bioetica pubblica e della teoria critica del diritto. È autore di Eguaglianza delle opportunità (Aracne, 2011) e curatore, insieme a Giuseppe Campesi e Ivan Pupolizio, di Diritto e teoria sociale. Introduzione al pensiero socio-giuridico contemporaneo (Carocci, 2009).
pagine: 212
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5553-3
data pubblicazione: Ottobre 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto