Il Circolo Letterario di Sibiu
Manierismo e poetica del mito nell'opera di Radu Stanca
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Opponendosi all’“autoctonismo” tradizionalista e alle sue deviazioni nazionaliste, gli esponenti del Circolo Letterario di Sibiu, fondato nel cuore della Transilvania durante la Seconda Guerra Mondiale, hanno guardato alla grande tradizione occidentale, con il desiderio di integrare la cultura romena in un sistema di valori pienamente europei. Questo programma poetico ed estetico è ancora oggi particolarmente significativo, poiché afferma con forza la totale appartenenza della cultura romena ad uno spazio occidentale. Questo studio indaga le coordinate mitiche e tematiche della poetica cerchista, focalizzandosi, soprattutto, sull’opera di Radu Stanca, uno dei principali esponenti del gruppo sibiano. Il richiamo costante ad un’Europa culturale archetipica, il cosmopolitismo, la ripresa della forma poetica della ballata, la scrittura mitica, fanno della poesia di Radu Stanca un momento di sicuro valore nel panorama letterario romeno del XX secolo. Lo studio è accompagnato da una scelta antologica delle poesie di Radu Stanca tradotte per la prima volta in italiano.
pagine: 316
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5537-3
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Philologica | 1
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto