L'euristica scientifica
Buona e cattiva scienza nel processo penale
9,00 €
6,3 €
     
SINTESI
Il filo rosso di questo lavoro è la scienza buona e cattiva che ogni giorno, senza clamori di stampa viene utilizzata nelle aule di giustizia. L'oggetto sono processi che non hanno avuto la risonanza di quelli ultimamente celebrati come paradigmatici dell'applicazione scientifica (Stasi, Knox, Busco) sulla base della considerazione che proprio nelle vicende di minor richiamo giornalistico sia possibile cogliere lo spirito del tempo, lo stato dell' arte nei rapporti tra nuove tecnologie ( specie nel campo delle scienze cognitive ) ed il processo. Si può ben dire che per la scienza si è simmetricamente riproposto un fenomeno che ha investito la comunicazione degli ultimi venti anni:un immensa colata di notizie, dati, scoperte, una incessante polifonia di voci, pareri, indirizzi. Paradossalmente ciò non ha portato a migliorare la qualità dell'informazione e della conoscenza, si parla in tanti e contemporaneamente, più quantità di notizie e dati ha comportato una minore comprensione del loro valore.
pagine: 120
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5490-1
data pubblicazione: Ottobre 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto