Rappresentazione, percezione, territorio
Il rebus gnoseologico-applicativo delle carte geografiche
18,00 €
10,8 €
     
SINTESI
Il documento cartografico storico possiede una potenzialità “medianica” capace di risvegliare memorie territoriali ancora vive, ma il complicato rebus della rappresentazione cartografica non deve far confondere la realtà con la sua immagine. Si tratta di una sfida interpretativa che coinvolge ragione e sensibilità di chi la raccoglie e che va accettata, soprattutto in un paese come l’Italia e il suo Mezzogiorno, ricchissimo di “giacimenti culturali” da riportare alla luce per meglio comprendere il presente e, forse, il futuro. Muovono da qui gli studi raccolti in questo libro, quasi tutti condotti all’interno del Laboratorio di Cartografia e Toponomastica storica dell’Università di Salerno, frutto di un’esperienza di ricerca fondata su metodi tradizionali e innovativi, letture geografiche analitico-descrittive ed esegesi pluridisciplinari, con riusciti tentativi di trattare il documento cartografico con i G.I.S. e attraverso l’uso consapevole di tecnologie avanzate come Google Earth.
pagine: 276
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5488-8
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Ambiente fisico e territorio | 6
SINTESI
INDICE
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto