Commercio elettronico diretto e imposizione sui redditi
Beni digitali, beni immateriali e “dematerializzazione” dell’attività d’impresa
17,00 €
11,9 €
     
SINTESI
Con il presente lavoro l’Autore si propone di esaminare i profili fiscali del commercio elettronico (o telematico) diretto e le interrelazione di tale forma di esercizio dell'impresa con la digitalizzazione dei beni e delle attività svolte in via telematica, da un lato, e con i beni immateriali, dall'altro. Il volume tocca tutte le tematiche fiscali che interessano il commercio elettronico, tra cui l’esame delle politiche fiscali elaborate a livello nazionale, internazionale e sovranazionale per la tassazione delle transazioni telematiche, la stabile organizzazione nell’e-commerce e la qualificazione del reddito derivante da transazioni telematiche (che da luogo ora a royalty, ora ad utili d'impresa ai sensi dell'art. 7 del Modello OCSE). Nell’opera ci si sforza di fornire – ove possibile – soluzioni interpretative innovative di ampio respiro sistematico, come quando si tenta di costruire una nozione generale di bene immateriale valevole ai fini dell’imposizione diretta. Inoltre, si compie un'analisi critica del significato e del ruolo che a fini fiscali dovrebbe rivestire la c.d. stabile organizzazione cibernetica (i.e. la stabile che svolge la propria attività d'impresa grazie ad un'intelligenza artificiale), tema sin qui negletto dalla letteratura scientifica tributaria.
pagine: 284
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5458-1
data pubblicazione: Ottobre 2012
editore: Aracne
SINTESI
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto