Salvatore Morelli in difesa delle donne nell'Italia risorgimentale
8,00 €
4,8 €
     
SINTESI
Nel panorama europeo nella seconda metà dell’Ottocento, si creò un momento di riflessione in quanti videro nell’idea dell’istruire la donna una importante dimostrazione di progresso. Salvatore Morelli, politico e studioso operante nel XIX secolo, fu tra i sostenitori di questa necessità, infatti con il saggio La donna e la scienza considerati come i soli mezzi atti a risolvere il problema dell’avvenireha offerto un notevole contributo alla storia della educazione femminile nel periodo risorgimentale. Tra le motivazioni che spinsero Morelli ad occuparsi della istruzione femminile vi fu la grande ammirazione per la donna e, in modo particolare, per sua madre. La realizzazione di questo saggio all’alba dell’Unità d’Italia rappresentò per il patriota Morelli un modo per restituire alla donna il suo pensiero e la sua dignità.
pagine: 108
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5376-8
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Donne nella storia | 6
SINTESI
INDICE
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto