Architettura e Costruzione nella Palermo tra le due Guerre
Tre edifici pubblici emblematici
30,00 €
18,00 €
     
SINTESI
Attraverso l’esame di tre edifici pubblici realizzati a Palermo tra le due guerre il libro ricerca i prodromi della cultura architettonica moderna, diffusasi nel capoluogo siciliano sulla scia delle sperimentazioni formali e funzionali delle architetture di primo Novecento ispirate alle opere di Ernesto Basile e Damiani Almeyda. Il contributo innovativo apportato dalla nuove tecniche costruttive legate all’uso di nuovi materiali –quali il cemento armato- viene messo in evidenza attraverso lo studio delle vicende costruttive dei tre edifici che si pongono come esemplificative di un modus operandi oscillante tra “regola d’arte” e tecnologie “moderne”. L’analisi condotta sul corpo delle fabbriche, sotto l’egida delle prescrizioni tecniche e della documentazione amministrativa coeva alla data di realizzazione, si spinge fino alla valutazione degli effetti prodotti dal degrado dei materiali e delle strutture rintracciando, in alcuni casi, tra le pagine relative al materiale d’archivio consultato, la spiegazione per la presenza stessa dei fenomeni di decadimento relativi, in alcuni casi, ai diversi modi costruttivi adottati.
pagine: 300
formato: 23 x 25
ISBN: 978-88-548-5357-7
data pubblicazione: Ottobre 2012
editore: Aracne
collana: Dal Progetto alla Costruzione alla Città | 4
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto