Il canto delle muse
Lo sviluppo della tradizione culturale italiana nell’Ottocento
15,00 €
9,00 €
     
SINTESI
Il volume intende esplorare alcuni aspetti della cultura italiana, che da Gabriele Rossetti alla Codemo, dal Cesarotti al Fogazzaro, fino al Salvadori hanno in qualche modo inciso sulla cultura italiana del secolo, ora entro una cultura militante ora entro un provincialismo foriero di sviluppi successivi anche in area nazionale. Anche se il fuoriscitismo fu una piaga della civiltà culturale italiana, tutto nazionale fu lo sviluppo del romanzo e della critica ottocenteschi nella seconda metà del secolo, che guardò Manzoni come nume tutelare, dal quale trarre un nuovo modo di intendere la scrittura e al quale rifarsi. Nell’intricato coacervo di cultura dell’ultimo trentennio dell’Ottocento è indubbio che rigurgiti realisti coincidessero con istanze idealistiche, prospettando una condizione di italianità, rafforzata dal quadro del confronto col contesto europeo. Il dibattito tra materialismo e idealismo non fu solo un prodromo del Romanticismo, ma significò la ricerca di un’arte innovativa, da cui trarre alimento per un profilo variegato di cultura.
pagine: 256
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5328-7
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto