Umberto Eco e il dibattito sull’iconismo
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
Fra gli anni Sessanta e Novanta la semiotica fu a più riprese attraversata dal cosiddetto “dibattito sull’iconismo”, in cui si contrapponevano coloro che sostenevano che i segni iconici (come ad esempio disegni, dipinti, fotografie) fossero “naturali” o, meglio, motivati dall’oggetto che rappresentavano e coloro che invece affermavano che fossero arbitrari o convenzionali, come i segni del linguaggio verbale. Questolibro ricostruisce le linee fondamentali di questo dibattito e, in particolare, le posizioni espresse da Umberto Eco (uno dei suoi principali protagonisti) nell’arco di trent’anni di riflessione. Nella parte finale si propongono alcune modifiche e integrazioni alla teoria di Eco sul riconoscimento e sulla semiosi percettiva.
pagine: 112
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5267-9
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: I saggi di Lexia | 7
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto