I piani di stock option
Governance, valuation e accounting
12,00 €
7,2 €
     
SINTESI
Le origini dei meccanismi di incentivazione per i top executives risalgono alla teoria dell'agenzia e agli interessi divergenti tra manager e proprietà diffusa ed eterogenea. Nell’ultimo decennio, tuttavia, studi empirici hanno evidenziato una deviazione nell'utilizzo delle stock option dalla loro funzione originaria nel senso che esse non si sono dimostrate idonee a garantire che il comportamento dei manager fosse coerente con gli interessi degli azionisti. La letteratura più recente sta studiando la diffusione delle stock option nel caso di società con proprietà concentrata, per finalità diverse dall’allineamento ed in contrasto con le assunzioni dell’agency theory. In questo filone di ricerca, il presente lavoro ha lo scopo di analizzare la funzione economica dei piani di stock option nelle società quotate italiane che presentano un soggetto controllante, al fine di comprendere se si tratti di un meccanismo di governance o piuttosto di uno strumento di espropriazione degli azionisti di minoranza.
pagine: 194
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5156-6
data pubblicazione: Ottobre 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto