Assonometria e futuro
17,00 €
10,2 €
     
SINTESI
Il costruire l'immagine di un pensiero del concreto, del dimensionale, nello spazio percepibile e recepibile, non può associarsi al virtuosismo di un abile prestigiatore grafico stupefacente. L'idea formale, rivelata intimamente e realizzata come comunicazione analizzabile, prima che si svesti dell'individualismo e diventi disponibile secondo le potenzialità dell'universale, si definisce e si consolida. Il cervello pensante partorisce il pensato, puntualizzando almeno le qualità a confronto, quali, per citarne alcune, il tutto e le parti, le discontinuità, le proporzioni, le simmetrie, le variazioni, le alternanze, le dimensioni, etc. Quel pensiero diventa immagine, di piani, spigoli, rette, curve, convessità, concavità, diventa accertamento, anche approssimato e provvisorio, di vicino, lontano, fuori, dentro, statico, dinamico. Ma soprattutto, la conquista del nuovo, del riconoscibile, è segnata dalla consapevolezza del riferimento invariabile sulle possibili posizioni ed esposizioni, sì che il visto e il non esposto si compendiano in contorni apparenti, uno per ciascuno degli infiniti punti di vista immaginabili. E tutto ciò è geometria dell'essere; prima che si spiani l'irta via della estrinsecazione volta a tradursi in figura accessibile all'esterno, si pensa geometria del disegno; questo nasce e si convenziona alla lettura solo grazie al preventivo e propedeutico possesso della scienza geometrica.
pagine: 144
formato: 25 x 21
ISBN: 978-88-548-5124-5
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto