L’instrumentum vitreum di Pompei
30,00 €
18,00 €
     
SINTESI
L’opera mette a disposizione degli studiosi l’insieme dei contesti di vasellame vitreo custodito presso l’area archeologica di Pompei. Infatti a partire dal 1886 i materiali scavati a Pompei cominciano ad essere conservati “-in loco”, mentre altri continuano ad essere inviati al Museo di Napoli e soltanto a partire dal 1895 vennero conservati totalmente nei locali dell’area archeologica pompeiana. Arricchiscono il lavoro, di carattere interdisciplinare, le ricerche sulla composizione chimico–fisica di vetri pompeiani condotte da Robert Brill (Corning Museum of Glass, N.Y) e le analisi del contenuto dei recipienti realizzate dalla paleobotanica Anna Maria Ciarallo (SAP). I due preziosi contributi concorrono con i contesti archeologici a definire l’origine e l’uso del vasellame vitreo romano nella prima età imperiale.
pagine: 412
formato: 21 x 29,7
ISBN: 978-88-548-5122-1
data pubblicazione: Novembre 2012
editore: Aracne
collana: Metis | 1
SINTESI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto