Cronache del disamore
Percorsi del romanzo iberico tra il XIX e il XX secolo. II edizione
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Cronache del disamore. Percorsi del romanzo iberico tra XIX e XX secolo si propone di individuare una continuità formale attraverso testi e autori protagonisti del romanzo moderno nella penisola iberica, in un confronto costante con la tradizione europea coeva. In realtà, nel misurarsi e trasgredire i nuovi canoni della modernità, gli scrittori iberici usano il retaggio, ora alluso, ora richiamato, di forme e temi che furono della cultura letteraria di quel siglo de oro che agisce come antefatto del realismo contemporaneo. Tuttavia, le opere che possiamo considerare come simbolo di una nuova maniera di scrivere, manifestano una resistenza identificarsi con la novità delle scritture narrative contemporanee. Malgrado la loro eccellenza e l’impegno profuso dai loro autori affiora la dissidenza: il realismo sembra non riuscire ad affermarsi in Spagna. Ciò non impedisce il confronto: La desheredada di Galdós, La Regenta di Clarín vengono messe in relazione con i romanzi di adulterio, da Madame Bovary a Effi Briest, attraverso gli esempi iberici di rielaborazione del tema (Oller, Alarcón, Valera, Pardo Bazán, Palacio Valdés, ecc.) per arrivare alla precipitazione novecentesca (da Niebla di Unamuno, a Pérez de Ayala, a Gómez de la Serna, fino a Cela). In luogo del racconto nei diversi percorsi iberici, perciò, prevale la cronaca, mentre nelle tematiche alla disamina del tradimento si sostituisce quella del disamore.
pagine: 244
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-5094-1
data pubblicazione: Febbraio 2013
editore: Aracne
collana: Dialogoi | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto