Una storia sociale della verità
La scienza anglo-italiana dal XVI al XVIII secolo
20,00 €
12,00 €
     
SINTESI
Stato ideale e sovranazionale, comunità invisibile di dotti e di inventori: la Repubblica delle Lettere, durante l’età moderna, incarnò, in Europa, la necessità del dialogo culturale e dello scambio di informazioni. Queste, specialmente nel contesto plurale del Seicento e del Settecento, erano soprattutto scientifiche. Gli uomini di scienza presenti nelle accademie europee si scambiavano libri, notizie, reperti naturali, informazioni relative a scoperte e macchine che potessero migliorare il livello delle conoscenze e la vita sociale. Il presente studio ripercorre tratti salienti dello sviluppo scientifico italiano e inglese dal Rinascimento ai Lumi, confrontando e intersecando figure e spazi. Al di là delle differenze politiche e religiose, la scienza anglo–italiana — assai più che un concetto — cercò sempre la verità sulle leggi che governano fenomeni naturali, astri e cielo.
pagine: 364
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-5085-9
data pubblicazione: Settembre 2012
editore: Aracne
collana: Metamorphoseon | 2
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto