Fotografia digitale e architettura
42,00 €
25,2 €
     
SINTESI
L’affermarsi dell’informatica sul finire del secolo XX, ha trasformato quasi tutti settori delle attività umane. A questo processo non poteva rimanere estranea la fotografia, che ha dovuto modificare gran parte del suo assetto con l’avvento della fotografia digitale, che nell’arco di qualche decennio ha soppiantato la fotografia tradizionale. Il libro di Marco Carpiceci si presenta con un grande merito, quello di rivolgersi alla storia e ai fondamenti della disciplina, per inquadrare e sostenere con solide basi storiche e teoriche il suo contributo. Seguendo lo sviluppo dell’opera, si comprende come l’autore abbia colto il ruolo strategico che la fotografia digitale può svolgere nell’attività dell’architetto e dell’ingegnere, passando dal ruolo della conoscenza e della documentazione a quello di fornire gli elementi dimensionali dell’opera architettonica, fino a divenire uno degli strumenti più puntuali per il rilevamento architettonico. I recenti sviluppi della fotomodellazione ne fanno intravedere un grande futuro, al fine di poter acquisire nuvole di punti, senza dover ricorrere ai laser scanner. Questa ultima fatica di Marco Carpiceci, è svolta con notevole rigore, e con un ottimo apparato iconografico, che rende molto efficace la lettura del volume, sicuro riferimento nella letteratura scientifica e stimolo per studiosi e giovani studenti che si avvicinano all’architettura. (dalla presentazione di M. Docci)
pagine: 292
formato: 21 x 28
ISBN: 978-88-548-4939-6
data pubblicazione: Luglio 2012
editore: Aracne
collana: SARA Strumenti per l'analisi e la rappresentazione dell'architettura e dell'ambiente | 1
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto