Geografia e telecomunicazioni
15,00 €
     
SINTESI
Il saggio si inserisce nel dibattito attuale sulle telecomunicazioni, discutendo gli esiti innovativi della letteratura geografica, per affrontare in modo specifico un medium classico: la telefonia fissa. La rete telefonica italiana, come altre dei Paesi industrializzati, benché soggetta a trasformazioni tecnologiche è intatta nella sua diffusione spaziale e le utenze, che ne sono l’immediato riscontro, finiscono per avvalorare proprio quest’ultima. Esse giocano un duplice ruolo: rimandano alla presenza tecnologica e a quella umana. I casi di studio proposti mostrano infatti, nel complesso ambito delle telecomunicazioni, come le utenze telefoniche fisse consentano la modalità complementare di leggere il territorio e rappresentino un’ulteriore possibilità scientifica per analisi che non siano fine a se stesse, ma che abbiano come traguardo una lungimirante pianificazione territoriale.
pagine: 184
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4918-1
data pubblicazione: Giugno 2012
editore: Aracne
SINTESI
INDICE
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto