Legittima difesa e diritto internazionale
Dal caso Caroline alla Conferenza di Kampala
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Che fare nel caso in cui uno Stato vìoli un norma di diritto, convenzionale o pattizia? Come è possibile, per lo Stato leso, far valere il proprio diritto? Cosa succede se la violazione di un diritto da parte di uno Stato sia tale da porre in gioco la sopravvivenza di un altro Stato? Un concetto di legittima difesa che nel diritto internazionale ha subìto evoluzioni e nuove interpretazioni, a volte restrittive a volte espansive, in conformità alla prassi degli Stati che si è definita nel corso degli ultimi tre secoli. La disputa si rinnova, con toni ancor più aspri e decisi, dopo il Nine Eleven manifestando una minaccia notevolmente diversa da quelle affrontate durante la Guerra Fredda. Una serie di domande che possono trovare soluzione attraverso la ricostruzione storica e giuridica del concetto, partendo dall’affondamento del battello Caroline sino alla conferenza di Kampala sulla revisione dello statuto della Corte Penale Internazionale.
pagine: 240
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4900-6
data pubblicazione: Luglio 2012
editore: Aracne
collana: Mappamondi | 1
SINTESI
INDICE
EVENTI
RECENSIONI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto