La cinta di Narciso e altri scritti per un teatro dell’intuizione
7,00 €
4,2 €
     
SINTESI
Un monologo è come un canto senza orchestra. A dare il ritmo, le emozioni, sono le immagini evocate. Si possono percorrere grandi spazi, si può divenire qualunque cosa. Urlare contro le guerre, inventare l'amore, danzare… senza bisogno di altro se non sé. Occorrono degli spettatori? Sì, sono complici, condividono gli stessi impulsi, la stessa pelle, la stessa sete. Si possono lanciare le parole come petali o sassi e raccontare storie mai udite prima, ma forse sottilmente e sensibilmente intuibili, perché presenti in ognuno di noi. Un teatro dell'intuizione in cui vivere. Protagonisti assoldati, fanti di cartone, ricamatrici, viaggi per mare e per serre, dove respirare in trasparenza, conoscere quali immagini muovono il corpo in inconsuete danze, salvare Narciso e un canto per un grande artista. Questi scritti hanno un comune denominatore, un pensiero fondante, rivoluzionario, un cambiamento radicale di sé e del proprio destino, per attuare e mettere in pratica l'unica magia che supera la morte.
pagine: 96
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-4883-2
data pubblicazione: Giugno 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto