L’interiorità intersoggettiva dell’attualismo
13,00 €
9,00 €
     
SINTESI
Davvero l’attualismo gentiliano non ha più nulla da dirci, sepolto sotto le macerie dell’hegelismo, di cui volle essere la più alta riforma, e del fascismo, accusato di esserne la filosofia ufficiale? Dimenticato dai sodali di un tempo, non letto da chi poi lo cita per suffragare posizioni scettiche, relativistiche e postmoderne, Giovanni Gentile può ancora dire qualcosa a un’Italia che vive una delle sue più spaventose crisi. Oggi come ieri, l’attualismo addita agli italiani l’individualismo come loro vero male e li sprona a ritrovare il senso del comune agire. Che non sta nella particolarità della fazione politica o delle strutture statali, ma nell’universalità dello sforzo etico: vera eredità di un filosofo, «italiano che ha qualcosa da dire a tutti gli italiani», mai dimentico di «parlare da uomo a uomini».
pagine: 220
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4805-4
data pubblicazione: Maggio 2012
editore: Aracne
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto