Attesa sospesa
9,00 €
5,4 €
     
SINTESI
L’Attesa sospesa non fa attendere nulla e non si presta al gioco di aspettare qualcosa che si sa che non verrà, che non si aprirà allo sguardo e che sparirà: qualcosa è vicino e sfugge, è lontano e si avvicina, si fa avanti e non si fa prendere. Quale attesa può permettere di incontrare se stessi nei luoghi della mente che percorrono la coscienza senza offrire alcun appiglio? C’è forse qualcosa cui aggrapparsi per non sperdersi nei pensieri che si formano e scendono senza farsi riconoscere? Le parole sanno descrivere l’attesa, portarla in superficie e sottrarla all’inevitabile penombra? Le parole possono solo alludere a ciò che si attende, non lo precisano ma lo portano all’evidenza nel segno che si scrive, si guarda e si ascolta. I segni dell’attesa sospesa sono anch’essi sospesi dal loro significato immediato e diventano sintomi autografi che indicano stati e passaggi, condizioni, tensioni ed allusioni mentali. Essi perdono la loro segnicità e sostituiscono, con i loro morfemi, frammenti mentali che, pur sconnessi tra loro, riportano una trama psichica che non inizia e non finisce con le parole, ma le supera restando inespressa ed implicita non solo al proprio sguardo, bensì anche alla forzatura delle parole.
pagine: 130
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-4717-0
data pubblicazione: Maggio 2012
editore: Aracne
collana: Ragnatele | 7
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto