Magia del cinema
Le visioni dell’invisibile
14,00 €
8,4 €
     
SINTESI
Il cinema come atto magico. Come il mago nasconde il procedimento che crea la magia cosìil regista cinematografico, occultando la macchina cinema e dirigendo lo sguardo dello spettatore,realizza quell’inganno che è alla base di una realtà fatta di luci e d’ombre che tutti conosciamocome cinema. È un inganno spettacolare che ci consente di vedere l’invisibile. Un’estensionetecnologica dei nostri sensi che ci consente di ribaltare la percezione sensoriale sul pianomentale. L’arte, come diceva Picasso, è una bugia che insegna a vedere la verità. Giuliano Capani nasce a Lecce nel 1946. Nel 1974 , dopo un’esperienza teatrale con Eugenio Barba nel Salento,si dedica al cinema e alla televisione. È tra i fondatori della prima emittente privata a Lecce. Lavoraper un breve periodo in RAI tre e poi si dedica al cinema documentario, producendo numerosi film, trai quali Un ritmo per l’anima e una rivisitazione del fenomeno del tarantismo in chiave bioenergetica. Dal 1997collabora come docente a contratto presso il DAMS dell’Università di Lecce dove insegna Storia e critica delcinema e Laboratorio audiovisivo. Ha pubblicato numerosi saggi didattici, tra cui Materiali di storia del cinema:le origini; Per una storia del documentario e una schedatura della «Rivista internazionale del cinemaeducatore» (1930–1931). È membro dell’AICS, Associazione Italiana Cinema Scientifico.
pagine: 236
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-4575-6
data pubblicazione: Febbraio 2012
editore: Aracne
collana: Cinema ed estetica cinematografica | 8
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto