Il metodo del bilanciamento nel diritto amministrativo
11,00 €
6,6 €
     
SINTESI
L’angolo prospettico di indagine parte dal riguardo del potere amministrativo come forza che incide sui soggetti amministrativi ed è in grado di modificarne lo status e/o il patrimonio. Le questioni esaminate involgono anzitutto “l’essenza del potere”, ossia la ratio della sua previsione normativa e della sua conformazione, desunta dalla legislazione attuale e in evoluzione, la disamina della “funzione” pubblica e delle sue diversificazioni in concreto, a partire dalla sua collocazione costituzionale, “le forme” in cui il potere si esplica e le diverse modulazioni dello stesso, graduate secondo una scala di “autoritarietà” in base alla situazione amministrata. Vengono quindi verificati gli effetti dell’esercizio del potere, o del suo mancato — doveroso — esercizio, sulla realtà e sulle situazioni soggettive, e, infine, la possibile reazione al potere e le varie forme di sindacabilità dello stesso. Filo conduttore dell’esame è il concetto di “bilanciamento”, che si dimostrerà essere ad un tempo principio informatore e metodo per il concreto perseguimento dei fini individuati dalla legge, sia nel procedimento che nel processo.
pagine: 180
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-4404-9
data pubblicazione: Novembre 2011
editore: Aracne
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto